01 Gennaio: Amerigo Vespucci raggiunge la futura Rio de Janeiro

Il 1° Gennaio 1502, Amerigo Vespucci raggiunse la zona dove oggi sorge Rio de Janeiro. Vespucci nacque a Firenze il 9 marzo 1454 e morì a Siviglia il 22 febbraio 1512, circa dieci anni dopo la scoperta della zona in questione. Figlio di un’importante nobile famiglia fiorentina, fu navigatore, esploratore e cartografo italiano, fu cittadino della Repubblica fiorentina prima e suddito del Regno di Castiglia dal 24 aprile 1505.

America da Amerigo

Fu proprio lui, uno dei primi esploratori del nuovo mondo, a dare il suo nome al nuovo continente, l’America, sebbene indirettamente ovvero attraverso l’opera dei cartografi tedeschi Martin Waldseemüller e Matthias Ringmann, i due fautori di una scelta che ancora oggi caratterizza la geografia fisica e politica mondiale.

Amerigo Vespucci scopre l’America

Secondo il navigatore italiano, le terre scoperte non costituivano una parte dell’asia bensì un continente una parte del mondo a sé stante, completamente indipendente dal continente che all’epoca si pensava di aver scoperto. Fu proprio in uno dei suoi viaggi che Vespucci comprese come le terre scoperte da circa un decennio si estendevano fino al 50° grado di latitudine sud. Fu proprio tale grandezza che il navigatore fiorentino capìdi avere a che fare con continente fino ad allora sconosciuto.

Tagged