Il 16 Aprile 1938 vennero firmati gli Accordi di Pasqua tra Gran Bretagna e Italia. Il documento confermava il Gentlemen’s agreement del 1937 e appanava i contrasti nelle politiche medio-orientali dei due Paesi e garantivano la libera disponibilità al transito nel lago Tana e nel Canale di Suez.